Cerca nel sito

Articoli
- Diari di viaggio
- Guide pratiche
- Storia
- Cultura
- Sport
- Cucina
Informazioni
- Dati sugli stati
- Mappe
- Bandiere
- Istituzioni
- Fusi orari
Risorse e servizi
- Gallerie fotografiche
- Webcams
- Cartoline elettroniche
- News del giorno
- Meteo
- Pagine Gialle
- Libri e CD
- Links
Community
- Forum di discussione
- Chat room
- Dillo ad un amico



AVVISO IMPORTANTE

Come forse avrai notato, USAonline.it non è più aggiornato da un bel po' di tempo, per mancanza di tempo del webmaster.

Sarebbe bello far risorgere il sito, ad esempio creando un blog multi-autore in cui italiani che abitano negli USA o che comunque ci debbano stare per un tempo prolungato (mesi o anni, per studio o lavoro) raccontino le loro esperienze quotidiane.

Se la cosa ti interessa, o se comunque hai altre idee, entra in contatto scrivendo una e-mail a mbellinaso@gmail.com

Rosicchiando la grande mela



14 Marzo 2006 – 4° giorno

Questa mattina per prima cosa vogliamo fare un giro a Central Park, oggi c’è il sole anche se è una giornata molto ventosa ma in questo periodo non potremmo aspettarci di meglio. Da qui ci allunghiamo al Museo di Storia Naturale, una vera delusione, assolutamente da non tornarci. All’interno, oltre ad un po’ di dinosauri in esposizione, troviamo solo ambientazioni di scenari naturalistici: enormi foto sullo sfondo e qualche animale impagliato. Con quello che ci è costato il biglietto (21$ a testa)… “Pranziamo” da KFC e dopo facciamo un giro a Times Square, di sera è molto più bella, con tutte le luci accese e i mega-screen che ci bombardano di immagini. Ci colpisce molto un negozio di giocattoli, Toys "R" Us, che all’ interno ha una mini ruota panoramica sulla quale fanno andare i bambini, e c’è anche un dinosauro meccanico gigante.

15 Marzo 2006 – 5° giorno

Oggi per cominciare visitiamo la chiesa di San Patrick definita dalla guida la più grande chiesa cattolica degli Stati Uniti, è sorprendente ma all’interno della chiesa c’è la bandiera americana. Li vicino ci fermiamo a vedere il Rockfeller Center, dove c’è gente che pattina sulla pista di ghiaccio che è nel centro. È un posto carino che vale la pena vedere. Da qui andiamo al MOMA, di sicuro un museo molto interessante per gli estimatori dell’arte contemporanea, noi ci siamo divertiti molto a vedere alcune opere particolari. Da vedere. Alle spalle del MOMA troviamo un ristorante irlandese, il Connelly’s, è anche pub ma noi decidiamo di sperimentare il ristorante. Devo dire che ci va bene, abbiamo mangiato molto bene e speso poco (20$ a testa). In serata saliamo sull’Empire State Building, abbiamo preso il biglietto completo che, oltre alla visita all’86° piano, comprende la vista dal 102° piano e lo skyride (una specie di simulatore di volo con i sedili che si muovono in sincrono col filmato) per la modica cifra di circa 40 euro a testa. La vista dal 86° è molto bella anche se c’è un vento pazzesco; fortunatamente il 102° (the observatory) è al chiuso. Lo skyride non è fatto poi tanto bene.

16 marzo 2006 – 6° giorno

Questa mattina si parte dal Word Trade Center, è impressionante: la metro ferma proprio dove erano prima le torri gemelle. Non c’è molto da vedere, è una buca grande quanto tutta l’area; su un lato hanno costruito una croce di ferro con dei resti delle torri, il tutto con molta semplicità e sobrietà. Girando tra palazzi nei dintorni ci troviamo al Winter Garden (un giardino al coperto) e al molo ad esso adiacente, dal quale si vede abbastanza bene anche la statua della libertà. Di fronte al WTC troviamo un negozio, il Century 21, dove facciamo parecchie spese a prezzi veramente eccezionali su molte marche americane. Ad esempio: borsa da donna levi’s o Ralph Laurent circa 12$ + tax, borsone-trolley samsonite 22 $ + tax, t-shirt e polo Timberland 20 $ - 25 $ + tax. Sicuramente un buon posto per fare shopping. Non può mancare un giro a Wall Street, purtroppo non si può entrare all’ interno della borsa, ma la costruzione da fuori sembra molto bella e c’ è un via vai di uomini d’affari. Continuando ci dirigiamo al PIER 17 e al Fulton Market che è di fronte ad esso, anche questa zona ci piace molto, c’è un bel panorama e poi è pieno di localini, insomma un bel posto dove trascorrere qualche ora rilassati.

Qui ci fermiamo a visitare la Bodies Exhibition: si tratta di un’esposizione di “veri” corpi umani, che hanno subito una specie di plastificazione al silicone, sezionati in tutti i modi. Ovviamente è sconsigliato a chi è debole di stomaco, visto che lì il corpo umano non ha segreti, ma è interessante e istruttivo in particolar modo per i fumatori che possono vedere cosa succede ai loro polmoni. Dal PIER 6 invece prendiamo l’ elicottero per fare un giro dall’alto. Scegliamo la soluzione da 15 minuti che purtroppo passano veramente in fretta, però abbiamo una bella vista dall’alto ed è un’esperienza da provare anche se è un po’ costosa (circa 135$ + tax a persona). Per cena andiamo da Smith & Wollesnsky costo circa 120$ in due senza prendere molto ma la cena in un ristorante di livello era nel nostro programma di viaggio. Ci fanno attendere nella zona bar per l’aperitivo dopo essere passati per il guardaroba a cui va dato 1$ di mancia a persona. Una volta al tavolo il menù lo portano in un quadretto con tanto di cornice e vetro.

Pagine: 1, 2, 3







[Utenti collegati in questo momento: 98] Torna su



Mailing list
Vuoi essere informato degli aggiornamenti di USAonline.it? Iscriviti alla newsletter!



Copyright © 2007 by USAonline.it - Webmaster: Marco Bellinaso - Web Designer: Stefano Dore