Cerca nel sito

Articoli
- Diari di viaggio
- Guide pratiche
- Storia
- Cultura
- Sport
- Cucina
Informazioni
- Dati sugli stati
- Mappe
- Bandiere
- Istituzioni
- Fusi orari
Risorse e servizi
- Gallerie fotografiche
- Webcams
- Cartoline elettroniche
- News del giorno
- Meteo
- Pagine Gialle
- Libri e CD
- Links
Community
- Forum di discussione
- Chat room
- Dillo ad un amico



AVVISO IMPORTANTE

Come forse avrai notato, USAonline.it non è più aggiornato da un bel po' di tempo, per mancanza di tempo del webmaster.

Sarebbe bello far risorgere il sito, ad esempio creando un blog multi-autore in cui italiani che abitano negli USA o che comunque ci debbano stare per un tempo prolungato (mesi o anni, per studio o lavoro) raccontino le loro esperienze quotidiane.

Se la cosa ti interessa, o se comunque hai altre idee, entra in contatto scrivendo una e-mail a mbellinaso@gmail.com

Maine 2005


La mattina abbiamo raggiunto Bar Harbur una citttadina carina se non fosse stato per la chiusura stagionale della gran parte dei negozi e i lavori di ristrutturazione in vista della stagione estiva. Accompagnati sempre da una fastidiosa pioggerella siamo entrati nell' Acadia Ntl park, molto bello con dei panorami mozzafiato delle scogliere sull'oceano. Cosa molto gradita e' stato il fatto che non abbiamo pagato i 20 $ dell'ingresso in quanto con quel tempo da lupi di mare i ranger sono rimasti a dormire incuranti del fatto che una coppia di temerari italiani a bordo della loro PT CRUISER fossero piu' decisi della pioggia che veniva giu'. In tarda mattinata e' spuntato un pallido solicino ma si e' alzato un ventaccio stile bora di trieste (5 gradi). Un po' scocciati per l'inclemenza del tempo siamo partiti alla volta di Freeport, questa cittadina e' famosa per i megastore di LL BEAN . Parcheggiata la macchina ci siamo dati un po' allo struscio per vetrine approfittando del pallido sole che faceva capolino dalle nuvole. Tantissimi negozi con prezzi bassissimi tra cui il megastore della TIMBERLAND in cui abbiamo fatto man bassa di scarpe (4 paia e 2 cinture 180$).

Nel pomeriggio siamo andati a Portland a rifarsi un altra dose di MALL CENTER (centri commerciali). Cena da FRENDLY (25$) e nanna in un Econo Lodge (65$). La mattina siamo partiti in direzione Massachussets con l'idea di avvicinarsi il piu' possibile a Boston. Siamo ritornati sempre seguiti da un cielo plumbeo e da numerosi rovesci al MOTEL 6 di Danvers (69$), oramai siamo di casa, e' gia' la 3 volta che dormiamo la. Cena a Salem altra cittadina da noi conosciuta benissimo, qua abbiamo mangiato la famossissima aragosta del Massachusetts (in due 70$) buonissima ma vuoi mettere con una bella bistecca alla fiorentina.

La mattina successiva siamo andati a riconsegnare l'auto e ci siamo diretti con la metropolitana a Boston. Usciti dalla stazione il cielo plumbeo ci aspettava e come ci ha visto ha iniziato a far cadere la pioggia. Abbiamo fatto un pezzetto di Freedom Trail ma con la pioggia, l'ombrellino e la valigia ci siamo dati e siamo tornati all' aeroporto. Il volo di ritorno e' stato abbastanza discreto in quanto l'aereo era mezzo vuoto, ne abbiamo approfittato per dormire nella fila centrale totalmente distesi (io quasi...). Le considerazioni finali: abbiamo avuto sfortuna sia per l'aereo che per il meteo, in compenso abbiamo comprato un casino di roba a dei prezzi che in Italia non troviamo neanche nei mercatini, ci siamo sparati in 3 giorni 900 miglia, posti interessanti oltre all'Acadia non li abbiamo visti ma il tempo era talmente poco che abbiamo deciso di dare la precedenza agli acquisti. Tutto sommato e' stato un bel weekend magari se ci fosse stato il sole sarebbe stato meglio.

Ciao USA alla prossima.

Pagine: 1, 2







[Utenti collegati in questo momento: 95] Torna su



Mailing list
Vuoi essere informato degli aggiornamenti di USAonline.it? Iscriviti alla newsletter!



Copyright © 2007 by USAonline.it - Webmaster: Marco Bellinaso - Web Designer: Stefano Dore