Cerca nel sito

Articoli
- Diari di viaggio
- Guide pratiche
- Storia
- Cultura
- Sport
- Cucina
Informazioni
- Dati sugli stati
- Mappe
- Bandiere
- Istituzioni
- Fusi orari
Risorse e servizi
- Gallerie fotografiche
- Webcams
- Cartoline elettroniche
- News del giorno
- Meteo
- Pagine Gialle
- Libri e CD
- Links
Community
- Forum di discussione
- Chat room
- Dillo ad un amico



AVVISO IMPORTANTE

Come forse avrai notato, USAonline.it non è più aggiornato da un bel po' di tempo, per mancanza di tempo del webmaster.

Sarebbe bello far risorgere il sito, ad esempio creando un blog multi-autore in cui italiani che abitano negli USA o che comunque ci debbano stare per un tempo prolungato (mesi o anni, per studio o lavoro) raccontino le loro esperienze quotidiane.

Se la cosa ti interessa, o se comunque hai altre idee, entra in contatto scrivendo una e-mail a mbellinaso@gmail.com

4000 miglia attraverso il New England
Pagine: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10


Qui prenotiamo una camera per la notte al Sea Lion Motel (87$), molto carino, e ci muniamo di depliant e cartine. E’una bellissima giornata il sole scalda e c’è una leggera brezza. Arrivati al porto prenotiamo da Captain Bill & Sons, l’escursione del giorno dopo per vedere le balene. Raggiungiamo il motel e scaricati i bagagli, via di nuovo per visitare Cape Ann un promontorio che si estende a nord-est di Boston caratterizzato da piccoli borghi di pesca, uno dei più carini è Rockport, conosciuto per il “Motivo n°1” una costruzione in legno di colore rosso, così chiamata da un insegnante d’arte, dopo che l’ennesimo alunno l’aveva ritratta in un dipinto. Percorriamo anche la strada che costeggia la baia di Gloucester fino all’Eastern Light Point. Quando rientriamo il sole sta tramontando e facciamo un salto alla spiaggia per ammiralo mentre scompare dietro le nostre spalle colorando il cielo di rosa.

Da un fatto realmente accaduto a Gloucester nel 1991 è tratto il film “La tempesta perfetta” (The perfect storm) dal bestseller di Sebastian Junger, Il giorno di Halloween, il peschereccio Andrea Gail, parte verso banchi ricchi di pesce, per l’ultima possibilità di pesca della stagione, ma non farà più ritorno. La più grande tempesta di tutti i tempi si abbatterà sull’Atlantico. Il capitano ed il suo equipaggio lotteranno invano per raggiungere un porto sicuro. Alcune riprese del film sono state effettuate nel pub “CROWN NEST” che non possiamo fare a meno di visitare (la signora al bancone ci fa vedere le foto scattate insieme agli attori). Ogni abitante di Gloucester ha probabilmente una storia da raccontare in cui il mare è protagonista.

4 OTTOBRE - MARTEDI'
Gloucester, MA - Bangor, ME (250 ml)

Oggi andiamo a vedere le balene. L’appuntamento è alle 09.30 al molo, partenza alle 10.00. Quando arriviamo però ci dicono che la partenza è stata rimandata di un’ora causa nebbia. Nell’attesa quindi torniamo al Tourist Information perché, dopo questa escursione, pensiamo di dirigerci a Bangor nel Maine. Qui troviamo due persone molto gentili che ci aiutano per quello che possono visto che non dispongono di materiale al di fuori del Massachusetts. Alle 10.30 puntuali siamo di nuovo al molo e alle 11.00 si parte. Siamo ben coperti con cuffia e sciarpa. Dopo circa un’ora un bambino avvista la prima balena e da quel momento non sappiamo più da che parte girarci perché è un continuo avvistamento. Riusciamo ad andargli anche molto vicino. Lo spettacolo ci lascia senza parole. Non avremmo mai immaginato di vederne così tante. Ci spiegano che questa è una zona ricca di plancton e qui le balene vengono a cibarsi. Rocco scatta foto di continuo e io con le riprese faccio un "documentario". Siamo veramente contenti ed è uscito anche il sole. Come stabilito nel primo pomeriggio partiamo con destinazione Bangor. Raggiungiamo la I-95 NORTH e lasciamo il Massachusetts, attraversiamo il New Hampshire e arriviamo in Maine. La strada è lunga. Siamo a Bangor a sera inoltrata. Troviamo facilmente da dormire in un motel, il Main Street Inn (59$) per un meritato riposo.

5 OTTOBRE – MERCOLEDI'
Bangor, ME - Acadia NP, ME - Bangor, ME(157ml)

Al risveglio Bangor è avvolta dalla nebbia. L’itinerario di oggi prevede la visita dell’ Acadia National Park a Mount Desert Island. Prima di tutto chiediamo alla reception del motel le indicazioni per arrivare alla casa dello scrittore Stephen King, che abita qui a Bangor (47, West Broadway). Non è lontano dal motel e ci arriviamo in 5 minuti. E’ una casa (mansion = dimora) rossa in stile New England con giardino, con una cancellata in ferro battuto decorata da teste di drago, ragni, ragnatele e pipistrelli. Facciamo qualche foto e poi partiamo per il parco. Più ci avviciniamo, meno il tempo migliora. Appena arriviamo facciamo sosta al Hulls Cove Visitor Center. C’è un sacco di gente e la media dell’età è molto alta. Sfoggiamo la nostra tessera dei parchi GOLDEN EAGLE valida un anno (acquistata nel nostro precedente viaggio nel South-East in febbraio), e non paghiamo nulla. Ci viene data la cartina e il tagliando da esporre sulla macchina quando parcheggiamo nelle aree di sosta all’interno del parco.

Prima di avventurarci decidiamo di assistere alla proiezione del documentario di presentazione, anche se non capiamo tutto cerchiamo di farlo leggendo il racconto in sovrimpressione. Le immagini comunque parlano da sole. Per visitare il parco percorriamo la LOOP ROAD (lunga 20 miglia - 43 km – in gran parte a senso unico) che circumnaviga la parte nord orientale dell’isola; sostiamo a Thunder Hole, Otter Cliffs, Sand Beach indicati dalla guida e dalla cartina. Dalla cima del Cadillac Mountain (465 m), in parte di roccia di granito rosa, si gode un bellissimo panorama. E’ uscito un po’ di sole e i colori autunnali si sono accesi. Completato il tour andiamo a visitare Bar Harbor una località turistica appena fuori dal parco veramente molto carina. L’atmosfera è accogliente, le strade sono piene di gente e i negozi di souvenir offrono ottimi sconti visto che la stagione sta volgendo al termine. Si sta facendo buio quindi decidiamo di rientrare. Arriviamo a Bangor e pernottiamo nello stesso motel, il Main Street Inn (59$). Dopo cena studiamo la prossima tappa: il bollettino del foliage annuncia che nel nord del Maine gli alberi hanno già raggiunto il massimo del loro colore autunnale (peak) quindi andiamo a vedere.


Pagine: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10







[Utenti collegati in questo momento: 131] Torna su



Mailing list
Vuoi essere informato degli aggiornamenti di USAonline.it? Iscriviti alla newsletter!



Copyright © 2007 by USAonline.it - Webmaster: Marco Bellinaso - Web Designer: Stefano Dore