Cerca nel sito

Articoli
- Diari di viaggio
- Guide pratiche
- Storia
- Cultura
- Sport
- Cucina
Informazioni
- Dati sugli stati
- Mappe
- Bandiere
- Istituzioni
- Fusi orari
Risorse e servizi
- Gallerie fotografiche
- Webcams
- Cartoline elettroniche
- News del giorno
- Meteo
- Pagine Gialle
- Libri e CD
- Links
Community
- Forum di discussione
- Chat room
- Dillo ad un amico



AVVISO IMPORTANTE

Come forse avrai notato, USAonline.it non è più aggiornato da un bel po' di tempo, per mancanza di tempo del webmaster.

Sarebbe bello far risorgere il sito, ad esempio creando un blog multi-autore in cui italiani che abitano negli USA o che comunque ci debbano stare per un tempo prolungato (mesi o anni, per studio o lavoro) raccontino le loro esperienze quotidiane.

Se la cosa ti interessa, o se comunque hai altre idee, entra in contatto scrivendo una e-mail a mbellinaso@gmail.com

Primavera a New York City


Ma quanto è grande NYC? Ma quanta gente si incontra a NYC? Ma quanti rumori, odori, colori puoi trovare a NYC? Ma quanto è spettacolare NYC! Almeno una volta nella vita bisogna andarci. Lo dice una che non ama le metropoli! Prima di partire ne ero attratta e allo stesso tempo intimorita. Lasciatevi andare saprà accogliervi a braccia aperte, sorprendendovi piacevolmente. Abbiamo trascorso nove giorni in un turbinio di itinerari sempre nuovi. Un simpatico episodio all’interno del Midtown Tunnel (Manhattan Tunnel) in cui due ragazzi venivano inseguiti da due poliziotti, è stato il nostro benvenuto in città.

Giovedì 20 aprile
E’ il primo pomeriggio di una splendente giornata primaverile quando atterriamo al John F.Kennedy International AIRPORT nel QUEENS. Il Queens è uno dei cinque boroughs (quartieri) di New York insieme a quelli di Manhattan, State Island, Brooklyn e il Bronx. Ritiriamo i bagagli e appena fuori ci mettiamo in fila per prendere il taxi direzione MANHATTAN (tariffa fissa : 45 $ + mancia ed eventuali costi extra). Non accettare passaggi dai “gipsy taxi” (abusivi) . Raggiungiamo il RADIO CITY APARTMENTS, a MIDTOWN (sulla 49th West tra la 6th e la 7th Avenue,) che sarà la nostra casa per i prossimi giorni. Si trova vicino a TIMES SQUARE e si rivelerà essere in una posizione molto favorevole per qualsiasi spostamento. La stanza, al 10° piano, è confortevole e predisposta a soddisfare ogni esigenza. Una parete è adibita a cucina: frigorifero, macchina per fare il caffè con cialde, forno microonde, stufa a gas e stoviglie che non mancheremo di sfruttare. Prima tappa il TOURIST INFORMATION, sulla 7th Avenue all’altezza della 53th WEST, per rifornirci di depliant e fare qualche domanda in merito alle visite da prenotare anticipatamente. Lì vicino, sulla BROADWAY all’altezza della 54th WEST, si trova l’ED SULLIVAN THEATRE, palcoscenico del “DAVID LETTERMAN SHOW” al quale vorremmo assistere. A malincuore però scopriamo che oggi è l’ultimo giorno che registrano. La trasmissione verrà sospesa per tutta la prossima settimana e riprenderà ai primi di maggio, quando noi faremo rientro in Italia. Cerchiamo in tutti i modi di poter entrare oggi pomeriggio ma invano.

Non ci resta che ripiegare nel vicolo laterale al teatro dove si trova l’ HELLO DELI di RUPERT JEE (rosticceria dove occasionalmente si collegano durante la trasmissione) e l’entrata secondaria del teatro. Questa strada è solita essere teatro di sketch. Nello stesso momento l’accesso alla strada viene interdetto alle macchine. Dal tetto dell’edificio di fianco al teatro stanno lanciando delle palline da golf a ritmo continuo. Il caso vuole che una di queste cada sulla strada e venga raccolta da Rocco. Davanti all’uscita del teatro ci sono diversi “paparazzi” e scopriamo che stanno aspettando MICHAEL DOUGLAS, ospite di David Letterman per pubblicizzare il suo ultimo film “THE SENTINEL”. Decidiamo quindi di aspettare anche noi. L’attesa è lunga e si raduna un capannello di gente. Nel frattempo riusciamo a vedere altri protagonisti dello spettacolo quali BEEF ANDERSON, ALAN KARTER e il WILL LEE, il bassista della CBS ORCHESTRA. Ecco uscire Michael Douglas. Una macchina scura lo attende col motore acceso, Michael Douglas si accomoda dopo un fugace saluto alla folla che lo accoglie. Altro ospite della trasmissione per promuovere la sua ultima incisione è MARK KNOPFLER, cantante dei DIRE STRAITS che a differenza di Michael Douglas, si ferma a firmare autografi. NEW YORK E’ANCHE QUESTA!

Al calar della sera si accendono le luci e siamo pronti per andare in TIMES SQUARE. Times Square è un triangolo alla congiunzione fra la 42th W, la 7th Ave e Broadway. E’ una vera baraonda. Ci sono migliaia di persone in movimento al centro di miliardi di luci che accendono la piazza a giorno. Cartelloni pubblicitari ricoprono intere facciate di edifici. C’è l’ HARD ROCK CAFE, PLANET HOLLYWOOD, il negozio di giocattoli TOYS, il mega store della VIRGIN. Da questa piazza ogni anno il 31 dicembre vengono trasmesse le immagini in tutto il mondo del conto alla rovescia e i festeggiamenti per l’arrivo del nuovo anno. La polizia non manca per vigilare, fare controlli, dispensare consigli a chi si trova in difficoltà o semplicemente per scambi di opinioni. C’è un buon rapporto tra la gente comune e forze dell’ordine. A New York non esiste il silenzio. In qualsiasi momento del giorno e della notte ci sono sirene che strillano, la città non dorme mai.


Pagine: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8







[Utenti collegati in questo momento: 88] Torna su



Mailing list
Vuoi essere informato degli aggiornamenti di USAonline.it? Iscriviti alla newsletter!



Copyright © 2007 by USAonline.it - Webmaster: Marco Bellinaso - Web Designer: Stefano Dore