Cerca nel sito

Articoli
- Diari di viaggio
- Guide pratiche
- Storia
- Cultura
- Sport
- Cucina
Informazioni
- Dati sugli stati
- Mappe
- Bandiere
- Istituzioni
- Fusi orari
Risorse e servizi
- Gallerie fotografiche
- Webcams
- Cartoline elettroniche
- News del giorno
- Meteo
- Pagine Gialle
- Libri e CD
- Links
Community
- Forum di discussione
- Chat room
- Dillo ad un amico



AVVISO IMPORTANTE

Come forse avrai notato, USAonline.it non è più aggiornato da un bel po' di tempo, per mancanza di tempo del webmaster.

Sarebbe bello far risorgere il sito, ad esempio creando un blog multi-autore in cui italiani che abitano negli USA o che comunque ci debbano stare per un tempo prolungato (mesi o anni, per studio o lavoro) raccontino le loro esperienze quotidiane.

Se la cosa ti interessa, o se comunque hai altre idee, entra in contatto scrivendo una e-mail a mbellinaso@gmail.com

Reno - The biggest little city in the world


Reno è veramente quello che si dice di lei: La più grossa 'piccola' città del mondo.
E' una Las Vegas ridotta ad icona per intenderci, casino' e alberghi a go-go, anche se gli hotel di Las Vegas sono diversi per il fatto che la maggior parte è 'a tema' e più che semplici alberghi sono 'opere d'arte'...;-)
Virginia Street è la via principale sulla quale si affacciano gli alberghi/casino.
Il nostro albergo, il Peppermill, era invece un po' decentrato rispetto agli altri, ma ugualmente carino...e poi abbiamo abbiamo speso relativamente poco.
A Reno c'è anche il National Bowling Stadium. E' immenso, 78 piste in linea e un tot di posti a sedere. Non sono sicura che sia il più grosso del mondo, ma di certo è il più grosso degli Stati Uniti.


Related Links


Foto


The Nickname


Virginia St.


Virginia St.


Peppermill Hotel


Nat. Bowling Stadium


Nat. Bowling Stadium







[Utenti collegati in questo momento: 141] Torna su



Mailing list
Vuoi essere informato degli aggiornamenti di USAonline.it? Iscriviti alla newsletter!



Copyright © 2007 by USAonline.it - Webmaster: Marco Bellinaso - Web Designer: Stefano Dore