Cerca nel sito

Articoli
- Diari di viaggio
- Guide pratiche
- Storia
- Cultura
- Sport
- Cucina
Informazioni
- Dati sugli stati
- Mappe
- Bandiere
- Istituzioni
- Fusi orari
Risorse e servizi
- Gallerie fotografiche
- Webcams
- Cartoline elettroniche
- News del giorno
- Meteo
- Pagine Gialle
- Libri e CD
- Links
Community
- Forum di discussione
- Chat room
- Dillo ad un amico



AVVISO IMPORTANTE

Come forse avrai notato, USAonline.it non è più aggiornato da un bel po' di tempo, per mancanza di tempo del webmaster.

Sarebbe bello far risorgere il sito, ad esempio creando un blog multi-autore in cui italiani che abitano negli USA o che comunque ci debbano stare per un tempo prolungato (mesi o anni, per studio o lavoro) raccontino le loro esperienze quotidiane.

Se la cosa ti interessa, o se comunque hai altre idee, entra in contatto scrivendo una e-mail a mbellinaso@gmail.com

Sequoia National Park


Partendo da Calabasas al mattino molto presto - diciamo verso le sei - quando il traffico è ancora scarso, potete puntare verso Nord sulla autostrada 5North, ed inoltrarvi nelle montagne che delimitano il confine Nord di Los Angeles, ed iniziare a cambiare completamente panorama rispetto al resto del viaggio che vi siete sinora lasciati alle spalle.

Dopo una lenta ma estenuante salita nelle colline, la strada prosegue pianeggiante per qualche miglio, prima d'iniziare la ridiscesa. La differenza panoramica salta subito all'occhio. Mezz'ora prima stavate rullando su un'autostrada a cinque corsie per direzione, nota anche come una delle più trafficate d'America, ed improvvisamente vi guardate intorno e scoprite che il traffico è notevolmente diminuito, i ponti ed i palazzi sono scomparsi, ed intorno a voi vi sono solamente prati ed arbusti.

Alla fine della discesa - esattamente alla fine della discesa - troverete un Dennys che è già aperto da almeno un paio d'ore, e nel quale diversi camionisti e qualche sparuto turista - la maggior parte ultrasessantenni - stanno infilando qualche cosa di caldo nello stomaco, annaffiato da un bel caffè. Fermatevi qui a fare colazione, perchè non avrete molte altre possiblità per rifocillarvi fino a Three Rivers - dal quale siete ancora a tre ore di macchina.

Il resto del viaggio si svolge nella calma più assoluta. Ai lati della strada incontrerete, come detto, solo praterie e qualche raro gruppo isolato di case o qualche pompa di petrolio (sono in funzione, ed estraggono veramente petrolio!). Purtroppo però il panorama non varia molto, e con il cruise control che mantiene automaticamente la vettura sempre alla stessa velocità, rischia di diventare un po' noiosa la strada fino a Visalia. Il mio consiglio è quello di stare sulla 5 North fino a Bakersfiled, e lì uscire dall'autostrada ed imboccare la statale 65 North. La velocità è più limitata, ma se non altro passarete in mezzo a dei fenomenali aranceti e potrete anche fermarvi a fregare qualche arancia dalle piante (sempre se è stagione).

La strada corre via liscia fino a Visalia, dove troverete la deviazione per la 198 East, sempre se non vi siete previamente persi all'interno delle famose piantagioni di arance della California del Sud. Lungo la strada vi capiterà di passare attraverso Exeter. Il mio consiglio, se dopo i fasti di Los Angeles, volete trascorrere un giorno di assoluto riposo da qualche parte prima di giungere alla quiete assoluta del Sequoia, è quello di non solo passare attraverso Exeter, ma di fermarvi proprio. Lungo la via principale, provenendo da Sud e diretti a Nord, vedrete sulla destra, circa al centro del paese, un Motel con piscina: fermatevici. Purtroppo mi sfugge il nome, ma ad Exeter non vi sono 400 Motel, quindi lo vedrete subito.

Perchè fermarvi proprio lì? Semplice. Dopo aver riservato le stanze, chiedete al proprietario se ha ancora quel piccolo grill che aveva prestato a quattro Svizzeri nel 1995. Sicuramente lo ha ancora, e vi garantisco che lo fornisce solo a chi gli dice di venire dalla Svizzera (non chiedetemi il perchè). Una volta preso in consegna il grill, prendete la macchina ed andate al supermercato di Exeter e comperatevi bistecche, costine, salsicce, tortillas, sottaceti, patatine chips e condimenti per carne di varie genere, nonchè una bella dose di lattine di birra ghiacciate. Vi aspetta una bella grigliata in riva alla piscina del Motel. Vi garantisco che il proprietario del Motel provvederà a ricaricare la bombola del gas del fornello ogni qualvolta essa sarà quasi scarica.

Naturalmente, durante il pomeriggio, potete mettervi il costume e dedicarvi una mezza giornata di relax al bordo della piscina del Motel, in quanto l'indomani vi tocca alzarvi presto e vi sarà un bel po' da camminare.

Per la colazione, se dal Motel di Exeter ripartite in direzione Sud troverete un Family Restaurant quasi alla fine del paese. Se ce la fate a tenervi la fame ancora per circa trenta minuti, allora potete partire in direzione Nord ed all'incrocio con la 198 Est imboccarla in direzione di Three Rivers. In questo villaggio si trova un altro Family Restaurant che offre colazioni veramente ottime ed a prezzi ragionevoli. Se fra l'altro prenderete un tavolo sul patio coperto, potrete anche vedere i colibrì bere da appositi abbeveratoi appesi alla veranda stessa, mentre sullo sfondo il fiume scorre placido e silenzioso verso il fondovalle.

A Three Rivers si trova una stazione di rifornimento, presso la quale vi consiglio di fare il pieno, perchè dopo le possibilità di fare benzina sono scarse, se non inesistenti, e solo la salita fino al punto di partenza delle principali passeggiate del parco vi porterà via un'ora in piena salita con curve tortuose e mangiabenzina.

Mappa del percorso


Pagine: 1, 2, 3





[Utenti collegati in questo momento: 129] Torna su



Mailing list
Vuoi essere informato degli aggiornamenti di USAonline.it? Iscriviti alla newsletter!



Copyright © 2007 by USAonline.it - Webmaster: Marco Bellinaso - Web Designer: Stefano Dore