Cerca nel sito

Articoli
- Diari di viaggio
- Guide pratiche
- Storia
- Cultura
- Sport
- Cucina
Informazioni
- Dati sugli stati
- Mappe
- Bandiere
- Istituzioni
- Fusi orari
Risorse e servizi
- Gallerie fotografiche
- Webcams
- Cartoline elettroniche
- News del giorno
- Meteo
- Pagine Gialle
- Libri e CD
- Links
Community
- Forum di discussione
- Chat room
- Dillo ad un amico



AVVISO IMPORTANTE

Come forse avrai notato, USAonline.it non è più aggiornato da un bel po' di tempo, per mancanza di tempo del webmaster.

Sarebbe bello far risorgere il sito, ad esempio creando un blog multi-autore in cui italiani che abitano negli USA o che comunque ci debbano stare per un tempo prolungato (mesi o anni, per studio o lavoro) raccontino le loro esperienze quotidiane.

Se la cosa ti interessa, o se comunque hai altre idee, entra in contatto scrivendo una e-mail a mbellinaso@gmail.com

Sì, viaggiare


CTS, CTS, CTS!! Il CTS (Centro Turistico Studentesco) è il posto in cui potete trovare i biglietti aerei più convenienti. Comunque mettete in preventivo dalle novecento al milione per andata e ritorno.
Noi tutti abbiamo fatto il biglietto con la data del ritorno da definire (biglietto aperto per sei mesi o un anno) chi con la British, chi con l'Alitalia, chi con la TWA: ci siamo trovati tutti bene.
Quando poi sarete a Boston se andate in una delle agenzie a Newbury Street dovrete pagare dai 25 ai 50$ per prenotare il volo di ritorno...per cui vi conviene andare direttamente in aereoporto che non costa nulla ed è facilmente raggiungibile dalla Boston University in metropolitana (la famosa T) anche se ci vuole un po' più di tempo (circa 45 minuti sola andata).

Ricordate di prenotare con largo anticipo (almeno un mese) perché sia a dicembre per gli studenti del primo semestre sia a maggio per quelli del secondo gli aerei sono sempre pieni.
Come vi abbiamo già detto il limite per i voli internazionali sono due valigie più un bagaglio a mano.

Sul librettino che vi arriverà dalla Boston University ci saranno le date e gli orari in cui ci saranno studenti della BU ad attendervi in aeroporto: fate in modo di arrivare in quei giorni, è un servizio molto comodo che vi porterà direttamente al vostro alloggio.

Arrivati negli USA, avrete una settimana di vacanza e diversi week-end di cui godere: approfittatene per esplorare i dintorni o per fare viaggi più impegnativi.

Volutamente non indichiamo nei dettagli gli itinerari possibili: il bello, lo scoprirete voi stessi, sarà anche organizzare i vostri viaggi e scegliere le destinazioni. Preziosa in ogni caso si rivela la guida del CTS. Non dimenticate che se siete soci CTS e avete la tessera ISIC avete diritto a sconti su viaggi, servizi ed ostelli.

A puro scopo orientativo, in Boston e dintorni potete muovervi con la metropolitana, ovvero la T, il cui biglietto costa 1 dollaro (a parte la corsa gratis quando si va verso il West campus). Per spostamenti più impegnativi potete muovervi:

  • in pullman, la cui stazione è presso la South Station sulla linea rossa della T;
  • in auto, che potete noleggiare presso l’aeroporto, sempre raggiungibile via T;
  • in aereo, approfittando di offerte sui voli interni (date un’occhiata al sito www.cheaptickets.com)
Considerate che in pullman potete raggiungere New York in quattro ore e mezza, il Canada in otto ore, le cascate del Niagara in altrettanto tempo. Per andare a New York, oltre a compagnie note come Greyhound, ce n’è una a ChinaTown all’indirizzo 68, Beach Street MA 02111 tel 617-338-889
Risparmio garantito! Viaggio a/R a 30-40$ al massimo (contro i 70$ Greyhound).

Negli Usa gli ostelli sono la soluzione più economica per viaggiare: se progettateun viaggetto a basso costo, cliccate www.theyhs.com e per NY, www.chelseahostel.com

Un consiglio: non sprecate l’occasione, visto che ci siete, sfruttate i weekend e viaggiate!






[Utenti collegati in questo momento: 55] Torna su



Mailing list
Vuoi essere informato degli aggiornamenti di USAonline.it? Iscriviti alla newsletter!



Copyright © 2007 by USAonline.it - Webmaster: Marco Bellinaso - Web Designer: Stefano Dore