Cerca nel sito

Articoli
- Diari di viaggio
- Guide pratiche
- Storia
- Cultura
- Sport
- Cucina
Informazioni
- Dati sugli stati
- Mappe
- Bandiere
- Istituzioni
- Fusi orari
Risorse e servizi
- Gallerie fotografiche
- Webcams
- Cartoline elettroniche
- News del giorno
- Meteo
- Pagine Gialle
- Libri e CD
- Links
Community
- Forum di discussione
- Chat room
- Dillo ad un amico



AVVISO IMPORTANTE

Come forse avrai notato, USAonline.it non è più aggiornato da un bel po' di tempo, per mancanza di tempo del webmaster.

Sarebbe bello far risorgere il sito, ad esempio creando un blog multi-autore in cui italiani che abitano negli USA o che comunque ci debbano stare per un tempo prolungato (mesi o anni, per studio o lavoro) raccontino le loro esperienze quotidiane.

Se la cosa ti interessa, o se comunque hai altre idee, entra in contatto scrivendo una e-mail a mbellinaso@gmail.com

I miei errori di guida...da non ripetere!


Chiunque può sbagliare, compreso l'autore di questa pagina! Ed ammetto che anch'io ed i miei compagni di viaggio abbiamo commesso non pochi errori, la maggior parte dei quali comunque comici, che ci hanno fatto ridere per ore, e dei quali anora oggi, ricordandoli, ridiamo.


Il maledetto freno a mano

Data: settembre 1994
Luogo del delitto: un punto imprecisato nelle praterie dell'Arizona
Sospetto: il nostro amico, in viaggio di nozze, che viaggia in nostra compagnia

Eravamo partiti dalla Monument Valley diretti a Sud lungo una strada provinciale. La nostra meta era la foresta pietrificata. Sapevamo di doverci impiegare circa cinque ore. Ciò che nessuno di noi sapeva, era che quel giorno, su quella strada, ci aspettava il destino. Ci fermammo a fare benzina in un paesino (oddio, una pompa di servizio con annesso chiosco-ufficio postale-camera del commercio e curiosi del caso). Pagammo il carburante ci demmo il cambio alla guida... Il mio amico in viaggio di nozze che ci accompagnava in quell'occasione prese il posto di guida da me lasciato.

Dopo cinque minuti di viaggio, le nostre compagne iniziano a gridare che dietro vibra tutto e che stiamo lasciando una scia di fumo terribile. Blocchiamo sul lato della strada, e scendiamo in preda al panico. Abbiamo il serbatoio pieno e basta una cretinata per trasformare noi e qualche migliaio di chilometri quadrati circostanti di prateria in un gigantesco barbeque! Ed il fumo proveniva proprio dalla parte posteriore!

Panico, isteria, allontanamento generale a corsa dal furgone... poi una riflessione... perchè cavolo vibrava il dietro del furgone? La strada è perfettamente liscia... Bingo! La puzza che si sente è quella di gomma bruciata... ed una più approfondita indagine mette in luce quello che già sospettavo: abbiamo viaggiato per cinque miglia alla velocità di 65 miglia all'ora con il freno a mano tirato! Pausa generale nell'attesa che il freno a mano del furgone si raffreddasse.

E' facile dimenticarsene, soprattutto perchè su certi veicoli il freno a mano è un pedale a sinistra del freno. Lo si schiaccia a volontà per tirare il freno amnao, e lo si preme di nuovo per rilasciarlo. Alla stazione di servizio, io l'avevo tirato, ed il mio amico si era semplicemente dimenticato di rilasciarlo.


Polizia o Grande Fratello?

Data: maggio 1996
Luogo del delitto: Highway US95 North, fra Bullhead City e Las Vegas, nel Nevada
Sospetto: me stesso e la mia stupidità


Non è affatto raro, negli stati del sudovest, notare ai bordi delle strade e delle autostrade che le stesse vengono pattugliate con aerei. Al che, un povero svizzerotto come me pensa che quindi mai e poi mai picchierebbero un controllo radar su quella strada... come cacchio fanno a beccarti con radar da un aereo?! Questa fu la mia ultima brillante riflessione della giornata... dopodichè schiacciai a tavoletta lasciando sfrecciare la nostra Buick alla bellezza di 97 miglia all'ora in un tratto con limite di 65 miglia orarie (155 Km/h dove il limite era di 104 chilometri orari). Come detto in precedenza, le forze dell'ordine americane non scherzano quando si tratta di limite di velocità... ma io ebbi una nuova ed ancor più brillante intuizione: anche se mettono il radar, lo vedo in tempo... "sarà una macchina al bordo della strada dato che non ci sono i cespugli spartitraffico e non possono nascondersi li..." ...geniale.

Quelli avevano già le pistole laser in grado di beccarti quando ti vengono incontro nella direzione opposta e tu gli stai ancora a 500 metri di distanza! Con l'effetto riverbero del deserto del Nevada, quando cacchio lo vedi che quelo che ti arriva incontro è un Jeep della Stradale?! PING! Beccato in pieno! Lampeggianti, bracci da quaranta chili del poliziotto fuori dal finestrino che mi faceva segno di fermarmi, immediatamente e senza storie.

Obbedisco, anche perchè non mi va molto di farmi sparare addosso. La Jeep mi raggiunge, e ne scende una specie di armadio a quattro ante in calzoncini e camicia a maniche corte, tutto color cachi, e con pistola nella fondina. Una la sapevo: non scendere dalla vettura per nessun motivo se non vieni ufficialmente invitato a farlo dalla polizia stessa... anche se un ape ti si è appena infilata su per il naso! L'agente, molto cortese, mi dice che stavo filando a 93 miglia orarie, e che per tale motivo sto per essere arrestato. Mi chiede i documenti... e si accorge che sono Svizzero: Un turistosky che vine a fare il fighetto con la sua macchina a nolo sulle strada del Nevada!

Credo sia stato proprio il fatto di essere straniero - il che, se mi arrestava, lo obbligava a riempire una marea di carte e cartacce - che me l'abbia fatta passare liscia, con solo una ramanzina a voler mantenere i limiti di velocità. Quella cavolo di autostrada era piena zeppa di radar. Uno circa ogni 5 miglia! Altro che "pattugliamento aereo"...








[Utenti collegati in questo momento: 59] Torna su



Mailing list
Vuoi essere informato degli aggiornamenti di USAonline.it? Iscriviti alla newsletter!



Copyright © 2007 by USAonline.it - Webmaster: Marco Bellinaso - Web Designer: Stefano Dore